Baby, è un mondo super!

video

Cercate una Verità che non abbia il sentore della menzogna o della risposta di comodo? Provate allora a farvi le domande in modo che risultino poste con correttezza e rigore. Ed eccola, allora, la Verità forse cinica ma lucidissima:
1) la responsabilità oggettiva dello stato del pianeta e della sua popolazione è dei Paesi ricchi. E' un dato di fatto, senza sconti o attenuanti. Deriva da un loro sistema di dominio e sfruttamento attuato con tecniche predatorie e/o metodi di oppressione e dipendenza militare, economica e culturale;
2) l'esportazione del nostro catastrofico modello di sviluppo e dell'insensato stile di vita occidentale non è praticabile e sostenibile. E in ogni caso non serve a risolvere i problemi del Terzo e Quarto Mondo, ma anzi li aggrava. Serve solo a seminare maggiore disagio, sofferenza e sdegno;
3) la situazione vive di un equilibrio instabile e precario, ma è l'unico praticabile senza una nostra Rivoluzione Culturale e Umanista. E' una verità spaventosa e agghiacciante, ma è così. Perché è una situazione che vive in equilibrio, ma un equilibrio collaudato e funzionale, almeno finché dura. Quindi, non verrà cambiata. Ma nemmeno sarebbe possibile o utile farlo, neppure per gli stessi poveri e disperati. Un esempio? Se anche potessimo, in ipotesi, eliminare da domani lo sfruttamento del lavoro minorile in tutto il Terzo mondo, cosa cambierebbe? Come risultato cosa otterremmo? Solo un peggioramento della situazione a livello locale, perché intere fasce di popolazione si ritroverebbero rigettate indietro, in una miseria ancora più nera.
Ecco perché è impossibile cambiare il quadro d'insieme semplicemente cambiando o spostando le singole tessere del mosaico. Sarebbe, in termini di sofferenza umana, un'equazione a risultato zero. La soluzione, per quanto difficile e faticosa, è maturare invece una nuova coscienza e consapevolezza. E' necessaria una Rivoluzione Culturale Umanista qui nel Primo mondo, ancor prima che nel Terzo o Quarto. Diversamente non se ne esce...
E teniamo presente che il mondo non è a compartimenti stagni, come pensano nella loro ingenuità i leghisti. Il mondo è un sistema unico dominato dall'effetto farfalla e quello che ora sta succedendo in Africa, Sud America, Asia o Medio Oriente prima o poi ci investirà tutti, con la forza di un ciclone 10, 100, 1000 volte superiore all'undici settembre! Noi vediamo punte di iceberg che affondano la loro parte nascosta nel cuore del mondo. Ed è un cuore che soffre e sanguina. Potrebbe arrivare il giorno in cui conoscere quel cuore per noi potrebbe essere ferocemente istruttivo! (D*)


2 commenti:

  1. non."potrebbe"..... arriverà quel giorno..
    le singole tessere che vogliono provarci davvero a fare qualcosa....vengono eliminate...
    e quando il potere gli si ritorcerà contro....
    peccato che non toccherà pagare solo a loro ....ciao D. scusa l'intromissione

    RispondiElimina
  2. Intromissione? Tutti dobbiamo intrometterci! Io lo faccio sempre, tranne che con gli sciocchi. Per il resto bisogna elevare la propria voce appassionata, anche se insicura, cinica o disincantata. Fosse solo per dare testimonianza.
    (D)

    RispondiElimina